Bernardo, “mister” Faiti. Il tecnico-giocatore: “Siamo in un buon momento, passata la buriana adesso ce la giochiamo”


Tre vittorie ed un pareggio nelle ultime quattro partite regalano un nuovo sorriso al Faiti. Il sorriso di chi è tornato a frequentare l’alta classifica, di chi ha messo da parte i problemi che si erano creati in seno alla società a suon di risultati, di chi ha trovato nella compattezza del gruppo e nella voglia di proseguire su livelli importanti le "molle” che permettono di guardare verso l’alto, e di giocarsi fino in fondo le proprie carte. Un trend positivo che porta la firma di Andrea Bernardo, calciatore diventato anche allenatore della squadra borghigiana dopo le dimissioni di mister Giovannelli.

Mister o giocatore, qual è l’appellativo preferito ?

Sto facendo entrambe le cose, fate voi….

Al di là delle cariche, il successo nel confronto diretto con il Montello conferma i vostri valori.

Su questo avevamo ben pochi dubbi. Si erano creati problemi con l’uscita di scena dello sponsor principale ed in società si sono vissuti giorni di trambusto, ma adesso siamo ripartiti bene potendo contare sulla bontà dei giocatori a disposizione.

Una situazione che avrebbe potuto creare non poche difficoltà.

Certo, come spesso avviene in questi casi, ma la squadra è stata eccezionale sotto questo aspetto, ed il rimanere compatti ci ha aiutato a venir fuori, e dato una grossa mano anche a me, quando la dirigenza ha deciso di affidarmi il proprio incarico.

E quando sei stato prescelto per fare l’allenatore sino a fine stagione, come hai reagito ?

Diciamo che da qualche anno ho conseguito il patentino da allenatore, e quindi è una cosa che in chiave futura l’avevo studiata già da tempo; forse è una chiamata che è arrivata con un certo anticipo, ma prima o poi si doveva iniziare…

Ed ora, nel pieno di un momento così positivo per voi, ecco la sfida diretta con la Real Latina.

Una sfida tutta da giocare, contro una squadra che se ad inizio stagione potevamo considerare una sorpresa, adesso è da prendere come una realtà vera, con tutte le sue carte da giocare. E’ una cosa che vorremmo fare anche noi, anche perché in Coppa Lazio il discorso è ormai chiuso.

Infatti, contro il Divino Amore, all’andata avete incassato sei gol.

Ma era proprio quella settimana in cui sono accadute tante cose negative. Mercoledì abbiamo il ritorno, ma pensare di ribaltare la situazione appare davvero fuori da ogni logica; giocheremo la gara per onorarla al meglio, ma è normale che faremo tutta una serie di valutazioni, anche in vista del campionato.

Dove in vetta c’è l’Aurora Vodice Sabaudia: è davvero la più forte ?

Finora ha fatto davvero grandi cose e le condizioni per proseguire ci sono tutte. Inoltre, adesso ha due scontri diretti da giocare, contro Montello e Real Latina: se dovesse riuscire a passarli indenne, allora avrebbe davanti a sé una vera autostrada.


Per sportgaetano,Paolo Russo

Serapo sport

  Terracina Calcio: La lettera di ringraziamento di Adriano Papa, il centrocampista saluta per motivi di lavoro.

Sport e Benessere

SPOTGAETANO

Todis Gaeta



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy