Promozione Girone "D", un braccio di ferro finora segnato dall′equilibrio


E′ l′equilibrio il fattore che domina la scena agonistica nel Girone "D” del campionato di Promozione. Dopo dieci giornate, praticamente a un terzo del percorso stagionale, nel raggruppamento più meridionale del calcio dilettante laziale l′immagine della classifica evidenzia una insolita compattezza tale da rendere difficile, se non impossibile, delimitare le zone che solitamente distinguono il grado di forza tra le squadre in competizione. 

Dall′analisi dei riscontri settimanali, dove spesso si annulla il fattore campo con le sorprese ormai all′ordine del giorno, la tesi trova conferma proprio nella graduatoria. A tal proposito è sufficiente valutare gli effetti prodotti in termini di classifica mettendo a confronto i dati ufficiali dei quattro gironi laziali di Promozione. Dalla comparazione dei riscontri oggettivi emerge che la capolista del Girone "D” ha totalizzato finora meno punti rispetto alle restanti prime della classe. E′ evidente, inoltre, quanto sia minore nel girone "D” la differenza in termini di punti che separano la prima della classe dalla sestultima (parliamo della zona playout) rispetto ai restanti gironi. Con la conseguenza che per i club che militano nel raggruppamento pontino – ciociaro basta veramente poco per passare dall′oggi al domani dalla zona playoff alla Zona playout e viceversa. Un equilibrio fluido nella dinamica ma statico nell′effetto che, a conti fatti, produce in termini di classifica. Una sorta di braccio di ferro che brucia energie muscolari senza però produrre effetti significativi. 

Fino a quanto durerà? Prima o poi qualcosa succederà. Probabilmente grazie anche alla prossima finestra di mercato, quando, con le dovute correzioni, le società faranno le loro mosse per completare o migliorare le rispettive rose. Se così fosse, se toccasse quindi al mercato giocare un ruolo significativo nell′alterazione dell′equilibrio in classifica, la prossima finestra di mercato assumerebbe un ruolo strategico maggiore rispetto alle precedenti edizioni. Nell′evenienza meglio non farsi trovare impreparati e ponderare adeguatamente le scelte tecniche da operare nelle prossime settimane.

APM

Serapo sport

  Uno Sporting Vodice ‘ferma-grandi’ fa capitolare per la 3° domenica di fila il Ferentino. Joseph Gesmundo regala a Lauretti la prima gioia interna e dichiara: “Sono contento di essere in questo gruppo”

Sport e Benessere

Una vittoria che era nell’aria, ed era attesa con ansia. Un’affermazione che allo Iacuzzi mancava da tanto, troppo; perché l’anno scorso il terreno amico era stata l’arma da cui lo Sporting Vodice si era rialzato dalle difficoltà del girone d’andata, mentre in questo avvio di stagione tutti i problemi

SPOTGAETANO

Todis Gaeta



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy