Referendum Serie D: chiarissima la posizione di patron Anelli


Si conoscerà domani pomeriggio l’esito della consultazione che la Divisione Interregionale con tutte le società di serie D circa l’eventuale prosecuzione del campionato di quarta serie, indicato come campionato dilettantistico di interesse nazionale. Le strade sono due: portare avanti il torneo e dare la possibilità ai clubs di trasmettere in diretta le gare interne, ovviando così al problema delle porte chiuse (che tali rimarranno, almeno sino a nuova disposizione), o arrivare alla sospensione del torneo sino al prossimo 24 novembre, e per ognuna delle decisioni ci vorrà una cosiddetta maggioranza "qualificata” di 111 società sulle 166 in totale. 
Ed in questo contesto la posizione di Sandro Anelli, patron dell’Insieme Formia, è abbastanza chiara: "Noi siamo per la prosecuzione, ci sono tutti i margini per poter continuare e per tenere sotto controllo questa situazione sicuramente non felice; inoltre c ‘è da tener conto che ci sono già tanti recuperi da fare, e per noi come per altri, alla lunga il calendario potrebbe davvero essere fittissimo, e non tutti possono permettersi squadre da 24-25 calciatori”.
Ma anche sotto un altro aspetto l’imprenditore sanitario appare chiaro: "Credo che sia necessario cambiare la procedura, perché per un solo positivo non si può bloccare una squadra intera ed arrivare al rinvio. Vanno bene l’attenzione e la prevenzione, questo è fuor di dubbio, ma credo che la prassi per lo spostamento di una partita debba essere fatta in maniera più stringente”
Serapo sport

SPOTGAETANO

Todis Gaeta



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy