Gian Carlo Bersanetti mette nel mirino la carica di Consigliere regionale


Gian Carlo Bersanetti mette nel mirino la carica di Consigliere regionale. Dopo anni di gavetta in provincia, il punto di riferimento per il calcio pontino punta al salto di "categoria", una sorta di riconoscimento per l′opera meritoria svolta incessantemente e con passione per lunghi anni. La comunicazione arriva dallo stesso Bersanetti, nel comunicato stampa a seguire, che vi proponiamo nella forma integrale con tanto di curriculum. 

In La decisione di candidarmi a Consigliere Regionale del Comitato Regionale Lazio, non è maturata all’improvviso, "folgorato chissà da quale magica visione” ma, piano piano nel corso delle ultime stagioni sportive, durante le quali mi sono reso conto che l’esperienza acquisita durante il percorso di Delegato Provinciale e, il riscontro positivo che ho percepito da parte delle Società, mi hanno convinto della bontà della mia scelta. Certamente non sta a me giudicare il lavoro svolto da me e dal mio gruppo di collaboratori in questi anni, questo aspetto tocca ad altri e nello specifico alle Società affiliate, mi permetto solo osservare di aver percepito negli anni la loro attenzione ogni qual volta si è presentata una problematica di carattere organizzativa e di gestione delle attività. 

Di questo debbo ringraziare il Presidente Melchiorre Zarelli che, al termine della mia lunga militanza nell’Associazione Italiana Arbitri prima come Arbitro e poi come Dirigente, ha avuto fiducia in me affidandomi la conduzione della Delegazione Provinciale di Latina dalla stagione sportiva 2009-2010 a tutt’ oggi.

Il primo impatto con la nuova realtà non è stato facile come poteva sembrare ma, il sostegno del Presidente Zarelli con i suoi preziosi consigli, la disponibilità e competenza dei collaboratori e, l’esperienza importante acquisita nell’associazione Italiana Arbitri, mi hanno consentito di instaurare un ottimo rapporto con le Società

del territorio che, si sono dimostrate sempre disponibili al dialogo e pronte a trovare insieme le migliori soluzioni per la crescita del movimento dilettantistico a cui, ci lega una smisurata passione per la quale spesso trascuriamo lavoro e affetti famigliari.    

Le stagioni trascorse insieme ai Presidenti, Dirigenti, Tecnici a cercare di risolvere le tante problematiche giornaliere delle varie attività, mi hanno permesso di conoscere e apprezzare persone meravigliose, appassionate che, solo il mondo dei dilettanti può esprimere e, che mi hanno arricchito anche  sotto l’aspetto umano.

Grazie a loro mi sono convinto a candidarmi a Consigliere Regionale, sono certo che, lasciata alla spalle la tragedia della pandemia, riusciremo insieme a riprenderci ciò che la pandemia ci ha tolto, come la voglia forte di socialità in ogni ambito della nostra vita, di gioire per le cose belle e, poter soprattutto rivedere sui nostri campi la gioia e l’allegria di tanti nostri giovani e bambini che, tanto stanno soffrendo in questo periodo.

Questo è un momento molto delicato e difficile che, non sappiamo quando avrà termine, una speranza in tal senso ce la potrà dare solo la disponibilità di un "vaccino” sicuro per la salute di tutti, non dobbiamo assolutamente arrenderci, al contrario dobbiamo lottare tutti insieme Società e Istituzioni Federali affinché si possa tornare presto a calcare i campi e frequentare i centri sportivi nel rispetto sempre dei protocolli sanitari.

In questo contesto, leggo e sento da più parti che, in vista delle prossime elezioni Regionali, ci sono personaggi che intendono candidarsi e, che hanno già in "tasca” bontà loro tutte le ricette per risolvere ogni problema del nostro mondo.

Premesso che ognuno, è legittimo abbia delle aspirazioni nella vita sia in campo lavorativo che sportivo, ci mancherebbe altro, credo però che, pur nel rispetto delle persone, non sia sufficiente la sola aspirazione, credo anzi sia essenziale una preparazione tecnico-organizzativa del settore di cui stiamo parlando, che non è frutto di improvvisazione ma, di un costante impegno nell’affrontare giornalmente le problematiche che la materia in questione ci pone davanti e

di un innegabile bagaglio di esperienze pregresse in ambito federale. 

Nel ribadire che tutte le Società stanno vivendo un momento di grandissima difficoltà, ritengo però che le stesse non abbiano in questo momento necessità di "avventure o fughe in avanti” ma, al contrario abbiamo bisogno di "stabilità

della governance” per dare un segnale forte di coesione e, affrontare la ripresa delle attività (nuovo DCPM) permettendo con rinnovato spirito, tutto questo, a mio avviso può essere ancora assicurato solo dall’esperienza, preparazione e affidabilità dell’attuale "governance” del Comitato Regionale Lazio presieduto dal Presidente Zarelli che, ha sempre fin qui’ dimostrato di saper affrontare unitamente al Consiglio Direttivo ogni problematica nell’esclusivo interesse delle Società Laziali.

Non si rimane per tanti anni ai vertici nazionali dei Comitati Regionali se non ne hai le capacità, questo naturalmente grazie alle Società che hanno sempre dato fiducia al Presidente Zarelli e ai suoi collaboratori tra i quali mi onoro di far parte, la mia candidatura a Consigliere Regionale intende rafforzare il progetto del Presidente Zarelli volto sempre più a fornire alle Società affiliate più servizi di qualità anche in considerazione purtroppo della mutata realtà del mondo dei dilettanti a causa della pandemia.

Per affrontare le future problematiche del movimento sarà necessario e utile coinvolgere sempre più le stesse Società che, in uno scambio di esperienze potranno contribuire, nel rispetto dei regolamenti, a selezionare le soluzioni migliori

per la ripresa e la crescita del movimento dilettantistico della nostra Regione.

Il momento è molto complicato, ce lo stiamo ripetendo tutti ogni giorno, ma contrariamente a quanto qualcuno vuol far credere, il Comitato Regionale Lazio sta comunque lavorando con grande impegno affinché la Società affrontino la

ripresa delle attività nel miglior modo possibile soprattutto sotto l’aspetto organizzativo dei campionati. Tra l’altro vorrei ricordare che il Comitato, grazie alla oculata gestione economica, tra le varie iniziative di ristoro economico di inizio

stagione, è stato l’unico Comitato a livello nazionale che ha disposto un contributo chilometrico sostanzioso per le trasferte delle prime squadre di ogni Società ,contributo che al termine della stagione verrà accreditato direttamente sul

conto societario. 

In questo contesto, il Presidente della L.N.D. Cosimo Sibilia e tutto il Consiglio Direttivo di cui fa parte il nostro Presidente Zarelli, sono mesi che si stanno adoperando affinché il Governo e il Ministro dello Sport Spadafora mantengano

le promesse fatte al mondo dei dilettanti, ci auguriamo che presto si possa passare dalle promesse ai fatti con l’arrivo degli aiuti economici di cui le Società hanno tanto bisogno.

Nel chiudere questa mia presentazione, ribadisco il pieno sostegno al progetto del Presidente Zarelli e del Consiglio Direttivo futuro al quale mi auguro di poter far parte grazie al consenso che le Società pontine vorranno accordarmi; per mia natura non sono solito promettere ciò che non potrei mantenere ma, in questa circostanza però posso assicurare che nel caso, come mi auguro di essere eletto Consigliere, il mio impegno sarà ancora maggiore perché lo meritano tutte le Società del nostro territorio che, in quanto a qualità tecniche e organizzative non hanno nulla da invidiare alle altre realtà della Regione.

Il primo impegno,  compatibilmente con le limitazioni del protocollo sanitario,è di incontrare quanto prima tutte le Società per avviare un nuovo percorso che possa portarci a riprenderci quanto prima la nostra abituale vita di sportivi.

Cordialmente.

Gian Carlo Bersanetti

 F.I.G.C. – L.N.D.

ELEZIONI PRESIDENTE E CONSIGLIO DIRETTIVO COMITATO REGIONALE LAZIO     

CANDIDATO PRESIDENTE: DOTT. MELCHIORRE ZARELLI

 

CANDIDATO CONSIGLIERE PROVINCIA DI LATINA: GIAN CARLO BERSANETTI

 

       CURRICULUM PERSONALE       
         CANDIDATO CONSIGLIERE
       . Nato a Latina il 21 aprilie 1949
       . Residente a Latina   
       . Titolo di Studio: Perito Industriale  
       . Professione: Imprenditore Settore Ufficio

 

ARBITRO DELLA F.I.G.C. – ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI DAL 21 GIUGNO 1969

                                       ATTIVITA’ DI CAMPO

- DALLA STAGIONE 1969-1970 ALLA STAGIONE 1973-1974:         
  ARBITRO: COMMISSIONE ARBITRI REGIONALE 

- DALLA STAGIONE 1974-1975 ALLA STAGIONE 1976-1977:         
  ARBITRO: COMMISSIONE NAZIONALE  INTERREGIONALE C.A.D.

- DALLA STAGIONE 1977-1978 ALLA STAGIONE 1979-1980:         
  ARBITRO: COMMESSIONE NAZIONALE SEMIPRO C.A.S.P.

- DALLA STAGIONE 1980-1981 ALLA STAGIONE 1985-1986:         
   COMMISSARIO: COMMISSIONE ARBITRI REGIONALE

- DALLA STAGIONE 1986-1987 ALLA STAGIONE 1987-1988:

  COMMISSARIO: COMMESSIONE INTERREGIONALE C.A.D.

- DALLA STAGIONE 1988-1989 ALLA STAGIONE 1990-1991:         
  COMMISSARIO: COMMISSIONE NAZIONALE SEMIPRO C.A.S.P.

- DALLA STAGIONE 1991-1992 ALLA STAGIONE 1997-1998:         
  COMMISSARIO: COMMISSIONE NAZIONALE C.A.N. "C”

 

                                 ATTIVITA’ DIRIGENZIALE A.I.A.

- DALLA STAGIONE 1982-1983 ALLA STAGIONE 1987-1988:
  CONSIGLIERE SEZIONALE DI LATINA

- DALLA STAGIONE 1991-1992 ALLA STAGIONE 1993-1994:
  VICE PRESIDENTE SEZIONALE DI LATINA

- DALLA STAGIONE 1994-1995 ALLA STAGIONE 2009-2010:
  PRESIDENTE DI SEZIONE DI LATINA DIRIGENTE BENEMERITO A.I.A.

                             

                             ATTIVITA’ DIRIGENZIALE L.N.D.

- DALLA STAGIONE 2009-2010 ALLA STAGIONE 2009-2010:
  DELEGATO PROVINCIALE C5/ATTIVITA’ DI BASE SGS

- DALLA STAGIONE 2010-2011 AD OGGI:
  DELEGATO PROVINCIALE L.N.D./C5/ATTIVITA’ DI BASE SGS

- DOCENTE CORSI DI FORMAZIONE DIRIGENTI

- DOCENTE CORSI DI FORMAZIONE TECNICI

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serapo sport

SPOTGAETANO

Todis Gaeta



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Nuovo SportGaetano
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy