Eccellenza: Itri battuta di misura in quel di Sezze, ecco com′è andata al Tasciotti


Anno nuovo, Vis nuova. Non tanto per la solita, indiscutibile, abnegazione: quella no, non é mai mancata. Mai. Nuova, semmai, perché la prima vittoria del 2020 porta la firma di due calciatori alla loro "prima volta”: Alessandro De Falco, per essersi finalmente sbloccato e Davide Rufo, in gol al suo esordio con la maglia della Vis.

Mister Catanzani non stravolge nulla e si affida a Caruso tra i pali, con Bucciarelli e Chinaglia centrali di difesa, mentre Cioé sulla destra e Dell’Aguzzo a sinistra completano il reparto arretrato; a centrocampo tutto ruota intorno ai piedi e alle idee di Giannone, Compagno e Tomei; in zona offensiva, De Falco e Loria spingono a più non posso, mentre Rufo si erge a terminale d’attacco.

L’impatto dei leoni setini sul match é già foriero di buoni auspici. La Vis ricerca con insistenza il varco tra spazi strettissimi e lo fa mettendo in mostra tutte le sue qualità. E così, al 6’ pt, Cioé raccoglie un filtrante, illude Fraola con un tiro che non avverrà mai e serve l’assist giusto, perfetto, dolcissimo all’accorrente "Braveheart" De Falco, che spinge in rete ed esplode in una meritata esultanza d’amore.


L’Itri non si abbatte e serra le maglie difensive; le due formazioni si raccolgono con maggior compattezza e sale la dinamicità dell’incontro; sono parecchi gli errori in fase di impostazione da ambo le parti.


Giannone per la Vis e Cano per gli ospiti sono gli uomini che ci provano con maggior insistenza: il primo anche da calcio piazzato, ma quest’oggi il metronomo rossoblù non riesce a dosare il giro come vorrebbe – soprattutto al 32’ pt, quando l’arbitro assegna un calcio di punizione a due in favore della Vis; il dieci dell’Itri tenta un paio di conclusioni da fuori area, ma il pallone non si avvicina mai con pericolosità dalle parti di Caruso.

Al 36’ pt Loria sale in cattedra e terrorizza la difesa avversaria, prima scartando i due marcatori accorsi a bloccarne la cavalcata, poi cercando di superare il portiere Fraola con un tocco sotto morbidissimo, che viene intercettato solo a pochi centimetri dalla linea di porta.

Il primo tempo si chiude con la Vis in vantaggio e quanto di buono mostrato nei primi quarantacinque minuti, viene riproposto anche a inizio seconda frazione di gioco, compresa la concretezza sfumata da calcio piazzato: Giannone ci riprova ancora su punizione all’11’ st, ma nemmeno stavolta il suo bolide é in grado di impensierire Frola.


Ma é al 15’ st che la partita sterza e s’avvia su una strada del tutto imprevista: De Falco é indemoniato e si beve il diretto marcatore, per poi disegnare un cross machiavellico, sul quale si avventa Loria, che calcia con forza e destrezza, ma la palla prima rimbalza tra i piedi di Fraola e poi si schianta sulla traversa, evocando le imprecazioni dei tifosi rossoblù.


Sul capovolgimento di fronte, ancora con l’amaro in bocca, l’Itri guadagna un calcio di rigore, fischiato dal direttore di gara per un fallo di mano: sul dischetto si presenta Cano, che spiazza Caruso e ripristina un equilibrio illusorio.
Illusorio perché passano solo cinque minuti e la Vis ribalta nuovamente la situazione: Giannone da gran sfoggio della sua tecnica e serve un cross lungo in area, che sorvola lo spazio abitato, per atterrare sulla testa di Rufo, guardingo e famelico come una faina, che la incorna con rabbia e buca Frola per il 2-1.


Da questo momento in poi, l’Itri sparisce dal campo, nonostante un accenno di stanchezza tra le fila rossoblù, ma Caruso viene impegnato solo una volta, sfoderando un intervento strepitoso!


La Vis, dal canto suo, potrebbe dilagare nel finale, ma Loria prima e Veneziani poi si divorano due occasioni che strozzano l’urlo in gola dei sostenitori rossoblù, con tanto di rammarico degli stessi protagonisti. Al 43’ st fa il suo esordio un altro nuovo acquisto setino, Alessandro Berti, che prende il posto di un valoroso De Falco.

Ma si tratta solo di screzi del destino, perché i leoni di mister Catanzani non possono rinunciare a questa vittoria e conquistano i primi tre punti di un 2020 che, si spera, saprà regalare altre mille magiche emozioni. Una gran bella prova generale, impreziosita dalle performance di Chinaglia e Tomei su tutti, concentrati e brillanti per gli interi novanta minuti.

Con questa spumeggiante vittoria, la Vis sale al quinto posto in classifica, a quota 27 punti; solo un pareggio per 0-0 per la Polisportiva Insieme Ausonia in casa contro il Palestrina 1919, che mantiene la testa della classifica e sale a quota 35; tra i rossoblù e il primo posto si accalcano il Gaeta, l’Atletico Lodigiani e il Casal Barriera, tutte a 28 punti.
É un campionato molto emozionante, che compie il giro di boa: domenica 12 gennaio, prima giornata di ritorno, quando al "Tasciotti” arriverà un’agguerrito Palestrina 1919.

 
Vis Sezze – Itri Calcio 2-1 

Vis Sezze (4-3-3): Caruso, Cioé, Chinaglia, Bucciarelli, Dell’Aguzzo, Giannone (30’ st Trippa), Compagno, Tomei, De Falco (43’ st Berti), Loria, Rufo (33’ st Veneziani). A disp.: Paccarié, Ferrazzoli, Palluzzi, Petrillo, Carlini, Gambioli. All. F. Catanzani.

Itri Calcio (4-4-2): Frola, Kanku, Pernarella, Bosco, Campobasso, Formato, Onorato, Otero (6’ st Di Trocchio), Di Roberto, Cano, De Crescenzo (29’ st Rossi). A disp.: Germano, Russo, Sfavillante, De Santis, Fustolo, Iguaddou, Canale. All: M. Ghirotto.

Arbitro: Franciosa (Roma 2); (Pancani di Roma 1 e De Lucia di Frosinone)

Marcatori: 6’ pt De Falco (VS), 17’ st Cano [rig.] (IC), 21’ st Rufo (VS)

Ammoniti: 24’ pt Otero (IC), 39’ pt Dell’Aguzzo (VS), 9’ st Campobasso (IC), 20’ st De Crescenzo (IC), 44’ st Formato

Recupero: 1’ pt, 5’ st

 
Comunicato Vis Sezze
Nuovo SportGaetano
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy