Eccellenza: Arce suona la “decima! Ma mister Campolo ci va “cauto”…


La giornata migliore per festeggiare la decima vittoria stagionale, la quinta affermazione in trasferta. L’Arce fa il colpaccio a Colleferro, rimette in piedi una partita cominciata male, e sfruttando una giornata in cui i pareggi l’hanno fatta da padrone, prova adesso a fare la voce grossa nel girone B di Eccellenza. Una voce che proietta nuovamente i gialloblù al secondo posto, insieme a Pomezia ed Audace, sebbene Stefano Campolo voglia ancora una volta abbassare i toni, senza facili trionfalismi.

Allora mister, da Colleferro arriva un secondo successo di fila che vi lancia verso l’alto.                                                                     

Importante soprattutto per il modo in cui è arrivato, perché eravamo partiti male ed il nostro avversario ha saputo rafforzarsi positivamente, a dispetto di una classifica complicata. Importante e bello, ma per altre cose mi sembra sia presto per parlarne.


Eppure avete dimostrato nel corso del torneo di poter dire la vostra in ogni situazione.

Ed è quello che vogliamo continuare a fare, senza perdere di vista il primo obiettivo, che è quello di arrivare rapidamente a 42 punti. Una quota forse alta per la salvezza, ma che ritengo di ampia serenità per chi vuole conservare la categoria. Ci mancano sei punti e sarebbe da ipocriti dire che ci stiamo avvicinando velocemente, ma nel frattempo manteniamo la testa giusta e proseguire nel modo migliore.


Ma un pensierino all’alta graduatoria, sotto sotto, lo fate….

Ne parleremo dopo, quando saremo al sicuro da ogni problemi ed avremo raggiunto l’obiettivo prefissato di una tranquilla salvezza; magari in quel frangente potremo essere più spregiudicati….


Ancora in gol un bomber come Pintori; per voi, semplicemente un valore aggiunto.

Ma forse anche di più, per quello che riesce a dare anche al di fuori del campo. E’ un ragazzo splendido, e mi da una grossa mano nello spogliatoio anche nel sostegno e nell’appoggio ai calciatori più giovani, mentre in campo sa davvero fare cose egregie. A Colleferro l’avevo tenuto inizialmente fuori, quando è entrato ha messo dentro una grinta che sembrava quella di un ragazzino.


Ti aspettavi un Tor Sapienza primo in classifica ?

Se è in testa dopo tutte queste giornate è segno che lo ha sicuramente meritato, anche se personalmente ritengo il Pomezia la squadra migliore. Contro di noi ha vinto in entrambe le circostanze e giocando in maniera importante; non riesco a capire la mancanza di continuità.


Per i primi due posti sarà necessario arrivare alla fatidica quota dei 70 punti ?

Adesso è difficile dirlo, sia perché mancano ancora diverse partite, sia perché la situazione è ancora parecchio incerta; e se dovesse capitare un’altra domenica con tanti pareggi, allora la media si manterrebbe bassa. La cosa certa è che bisogna sempre mantenere la concentrazione alta, perché questo campionato ha fatto capire che si può perdere con chiunque.


Ad oggi, con un aggettivo come definiresti la tua squadra ?

Semplicemente encomiabile. Il gruppo che si è formato sta andando oltre le aspettative, e del resto i risultati ne sono la riprova.  La nostra mentalità è quella di un calcio coinvolgente e votato al gioco ed alla corsa, e puntiamo a continuare in questo modo. E chissà, essendo protagonisti lassù….


Per sportgaetano, Paolo Russo 

Serapo sport
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy