LA BATTAGLIA CONTRO IL CANCRO INFANTILE SI PUO’ VINCERE.


Parlare di cancro infantile sembra quasi un ossimoro: cancro e bambino sono due parole che fatichiamo a mettere insieme. Eppure, quest’unione è più comune di quanto si possa immaginare.
Per questo motivo il 15 febbraio si celebrerà in tutto il mondo la Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile – ICCDAY (International Childhood Cancer Day) data scelta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con l’intento di sensibilizzare la comunità, informare le istituzioni, sollecitare la stampa e la politica.
Ma qual è l’importanza di ricordare questo argomento? Perché condividerlo anche nelle scuole, tra i bambini e i ragazzi?.         
Perché il tema del cancro infantile si collega direttamente al diritto alla salute, garantito oltre che dalla Costituzione Italiana anche dalla Convenzione ONU per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.                 
A tal proposito, lo Sportello per le Adozioni Internazionali "Ernesto” del Comune di Gaeta promuove nelle scuole del territorio attività progettuali finalizzate alla conoscenza e all’apprendimento dei diritti.
Un percorso ambizioso, iniziato con la lettura della Costituzione Italiana, proseguito con lo studio della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e l’analisi della Convenzione Onu per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
Se è vero, come è vero, che la scuola deve insegnare, accrescere le nostre competenze e conoscenze, è altresì vero che la sua principale missione è quella di formarci come cittadini consapevoli.       
A scuola impariamo che siamo titolari di diritti inalienabili, cioè "privilegi” che nessuno può e deve sottrarci o reprimere. E dunque il senso di condividere questo argomento seppure così delicato e doloroso non è quello di commemorare le povere vittime innocenti ma piuttosto quello di stimolare i ragazzi alla conoscenza; spiegare loro che il cancro purtroppo è ancora una piaga profonda del nostro tempo, un nemico feroce ma che tuttavia, come dimostrano i dati recenti, si può curare e sconfiggere grazie alla ricerca scientifica, al progresso tecnologico e alla cure innovative.           
Tutto ciò è parte dalla conoscenza che esiste nel nostro ordinamento nazionale e internazionale il diritto alla salute e che lo sforzo del cittadino consapevole, che si è formato tra i banchi di scuola, anche attraverso queste giornate di sensibilizzazione, è di attivarsi per la piena attuazione di questi diritti,  per tutelarne la garanzia e consentire a tutti l’accesso gratuito alle cure.               
Ecco, il senso di questa giornata è sviluppare la speranza che la battaglia contro il cancro infantile, seppur ardua, si può vincere.

Alessia Maria Di Biase 

Serapo sport

  La Serapo Volley cede il secondo posto alla Roma Volley…sabato tutti al PalaMarina per riconquistarlo!

Pallavolo

"Potevamo fare di più sotto il punto di vista dell’atteggiamento alla gara e concretizzare di più nelle fasi finali dei set”.

  Don Bosco Gaeta-Agora 2-3: Giornata da dimenticare per i granata, nulla da fare, tra le mura amiche passano i rosso blu!

Calcio

Al Riciniello la Don Bosco si lascia beffare dall’Agora, cedendogli i tre importantissimi punti per il discorso salvezza.

Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy