Itri. Giustina Cardi, una vita per la poesia. Ora un appello a Papa Francesco: “Sogno di incontrarti per leggerti le mie opere”


Ha fatto dell’arte e della fede le sue ancore di salvezza quando la vita l’ha messa di fronte a sfide impossibili. Ora la poetessa Giustina Cardi di Itri chiede un incontro a Papa Francesco per sugellare una vita fatta di una fede immensa e di speranza. Nata nel 1940, Giustina ha cresciuto una figlia cerebrolesa, scomparsa nel 2000 a 33 anni. Nei momenti più bui della sua esistenza, quando ha dovuto affrontare la prova più dura, amare una figlia disabile e poi accettarne la morte, la fede e l’arte l’hanno supportata. Amava dipingere volti e scrivere poesie che celebrano la speranza e l’amore per la vita. A Papa Francesco Giustina ha dedicato una poesia struggente "L’uomo della pace”. La poetessa di Itri ha dato voce alla sua sensibilità raccontando la missione di Francesco, l’uomo "che ama e custodisce il creato, uomo di povertà che non ha paura della bontà”. Nelle sue parole l’amore per la vita che mai l’ha abbandonata, donandole una famiglia solida. Alessio e Rita Ruggieri i suoi due figli l’hanno sostenuta nei momenti difficili e nel momento della rinascita, segnata dalla scrittura dei suoi testi. Alessio, insegnante di musica, apprezzato musicista, diplomato al Conservatorio in oboe e maestro della Banda di Itri per tanti anni, ha scritto in musica le poesie di Giustina, trasformandole in struggenti inni alla pace e all’amore. Rita, insegnante, la sostiene nella pubblicazione delle sue opere sul web in collaborazione con il nipote Bruno Ruggieri che è anche un produttore musicale. Per il suo compleanno Giustina chiede di incontrare Papa Francesco per leggergli la sua dedica guardandolo negli occhi e ringraziarlo per la forza che sa trasmettere.

A questo link la poesia dedicata a Papa Francesco.

https://www.youtube.com/watch?v=HL0iXmVexmE

Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy