Anagni: La matricola sogna in grande, i biancorossi solitari in vetta!
Ma il Nettuno protesta nel post partita... i commenti dei protagonisti ed i botta e risposta all′interno.


Operazione sorpasso completata per il Città di Anagni che si prende la vetta momentanea della classifica battendo la Virtus Nettuno e supera in testa il Nuova Florida, battuto dal Pomezia.

L’undici di Fabio Gerli chiude avanti il primo tempo grazie al centro firmato da Lleshi. Poi nel finale di match i biancorossi mettono il cuore oltre l’ostacolo e con la forza della "disperazione” si giocano il tutto per tutto, giocando praticamente con 6 attaccanti.

Porcari realizza il pareggio per la squadra di mister Panicci, ma al quinto minuto di recupero arriva la rete del classe 2000 Stazi a far vincere i papalini, goal del 2-1 che scatena anche qualche polemica nel post partita da parte del d.s. nettunense Zenga, come potrete leggere di seguito.

 

Questi i commenti dei protagonisti.

Mr. Fabio Gerli nel post partita:”Partita rocambolesca, ben giocata nel primo tempo e amministrato con discreta personalità. Iniziato male poi nel secondo tempo, non mi sono piaciute molte situazioni,Abbiamo sbagliato molto sul piano tecnico su cose elementari, rinunciato troppo alla manovra e lasciato loro l’iniziativa. C’è stata una sorta di black out, abbiamo sbagliato l’inverosimile dal punto di vista mentale e sullo stesso calcio di rigore è stata una grossa ingenuità. Poi presi dalla disperazione, ci siamo giocati il tutto per tutto, giocando praticamente con 6 punte negli ultimi minuti e siamo riusciti a ribaltare questa situazione che ci avrebbe complicato non poco il nostro percorso. Merito ai ragazzi che non si sono abbattuti sul goal subìto a 10’ dalla fine ma c’è molto da lavorare e rivedere soprattutto sulla parte del secondo tempo che non mi è piaciuta e non va ripetuta”.

Sul prossimo impegno in casa della Play Eur:”Domenica a Roma andremo su un campo difficile contro grandissima squadra che ha fatto una grande prestazione ad Ausonia”

Sul finale di stagione:”Non ci saranno gare facili fino alla fine, sia perchè incontriamo squadra nella lotta salvezza e sia squadre che ancora possono dire la loro alla fase play off. Lo sapevamo, siamo preparati ed è importante non ripetere certi errori. Conta la condizione mentale soprattutto, come prepariamo le gare e come le affrontiamo. Se saremo capaci di approcciarle con la giusta determinazione andremo avanti, altrimenti diventa complicato”.

Domenico Stazi,match-winner ed Anagnino puro classe 2000 ma già protagonista tra i grandi ed ancora in rete:”E’ stata una bella emozione, sono contentissimo per il goal ma soprattutto per la vittoria arrivata proprio all’ultimo. Sicuramente non una bella partita e non bella partita ma siamo stati bravi a rimanere uniti ed a crederci fino alla fine, ed il risultato è arrivato”.

 

Come detto in precedenza,la rete che ha deciso l’incontro siglata, a dire dei tirrenici,oltre i cinque minuti di recupero dal direttore di gara sig. Di Biasio di Formia ha lasciato qualche strascico come traspare dalle parole del d.s. Guido Zenga (Virtus Nettuno Lido):Abbiamo assistito ad un qualcosa di veramente indegno da parte del direttore di gara, abbiamo preso il gol al 96′ dopo oltre 40 secondi dalla fine del match. Vorrei rimarcare che siamo una formazione giovanissima, ogni domenica schieriamo in campo 7-8 under ed anche ieri abbiamo chiuso con due ′99 e un 2000. Una squadra costruita con mille sacrifici e proprio per questo chiediamo parità di giudizio e meritocrazia. Non vogliamo passare come la "Cenerentola” del campionato, abbiamo ad oggi 40 punti e sono tutti guadagnati. Stiamo disputando un campionato oltre le aspettative e adesso cerchiamo soltanto la meritocrazia che deve uscire dal campo. Ieri siamo stati defraudati con una situazione davvero molto strana. Nel corso della stagione siamo incappati già in altri episodi sfavorevoli ed abbiamo sempre mantenuto il silenzio, ma non questa volta e soprattutto per rispetto ai ragazzi, che ieri si sono sentiti derubati”.

Ovviamente non si è fatta attendere la replica della formazione dell’Anagni con il d.g. biancorosso Marco Galante:"Ci tengo a chiarire che è vero che il gol di Stazi è arrivato al 50′ e 47 secondi, ma va anche sottolineato che l’arbitro aveva decretato cinque minuti di recupero e ne aveva aggiunto uno ulteriore perchè dopo il novantesimo era stato espulso il loro numero 6 Bernardi – esordisce il dirigente anagnino, che poi rafforza il concetto – Poi, se proprio qualcuno doveva recriminare sull’operato dell’arbitro, quelli eravamo noi visto che in precedenza ci era stato ingiustamente annullato un gol di Cardinali che era in evidente posizione regolare.

E non dimentico neppure un altro fuorigioco molto dubbio su Federici che si sarebbe trovato a tu per tu con il portiere e la stessa inspiegabile espulsione del nostro attaccante che stava semplicemente esultando”.

 

I biancorossi ora sono attesi dal difficilissimo impegno esterno tra le mura amiche dell’arcigno e imprevedibile Play Eur. Balzata ora al comando del girone B d’eccellenza ad otto giornate dal termine, dunque,la squadra di Fabio Gerli si prepara al rush finale con Team Nuova Florida (in attesa di comunicati ufficiali su presunte irregolarità e tesseramenti da verificare) ed Pomezia  di mr. Bussi tutte pronte a darsi battagliare, senza dimenticare il Latina Scalo di Gesmundo e proprio quel Play Eur, prossimo avversario degli anagnini.

 

Per sportgaetano,Antonio D’Ovidio


SPOTGAETANO

pescheria cucina e gusto



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy