Il Gaeta nella tana del battagliero Pontinia. Mr. Gesmundo:"testa coda da non sottovalutare perchè in casa si trasformano, ma noi dobbiamo..."


L′ASD Gaeta 2010 nelle ultime 3 uscite ha totalizzato soltanto un punto e seppur rimanendo all′onestissimo e meritatissimo secondo posto, il pubblico biancorosso nell′ultimo turno contro l′Astrea ha perfino contestato la squadra ed il mister biancorosso, forse dimenticando il cammino fatto finora e dimenticandosi del ruolo di neopromossa ma soprattutto dimenticando che è proprio nei momenti difficile che la squadra va sostenuta e non soltanto quando vi sono vittorie o per salire sul carro dei vincitori.
 
Polemiche,dissapori e contestazioni a parte, ora è tempo di pensare al Pontinia. La sfida del Caporuscio nasconde infatti mille insidie, a partire dal dente avvelentato del team di Cencia che non dimenticherà mai il 7-0 subìto al Riciniello lo scorso anno, per finire con il sorriso ritrovato contro una formazione da vertice quale il Palestrina, condannata alla sconfitta all′88esimo dal penalty di De Martino.
 
Dunque classifica da non guardare minimamente, nessuna squadra più forte o meno sulla carta e capitan Vitale e compagni cui troveranno di fronte una squadra con il coltello tra i denti e qualche spada anche nei calzoncini, perchè come ha dichiarato mr. Cencia ai nostri microfoni "di sicuro giocheremo come abbiamo sempre fatto, con vigore e voglia di far bene, anche se avremo alcune assenze di rilievo; vedremo il Gaeta come saprà rispondere".
 
 
Mr. Gesmundo sul momento dei biancorossi e sul campionato.
 
"Non dobbiamo guardare nè l′Ausonia, nè le altre. Domenica abbiamo affrontato una buona squadre e ben organizzata come l′Astera. Non ci hanno fatto giocare come il nostro solito ed è mancata quella carica agonistica nel primo tempo che serve in queste partite. Nonostante tutto abbiamo avuto due - tre occasioni e poi siamo andati sotto per un errore banale. Nella ripresa abbiamo cercato in tutti i modi per equlibrare il risultato, ci siamo andati vicini, con De Santis, il suo tiro ha preso il palo pieno a portiere battuto. La voglia da parte dei ragazzi c′è stata, per agguantare almeno il pareggio. Un pò per demerito nostro e in parte per merito dell′Astrea che si è difesa con il coltello tra i denti".
 
 
Sul cammino da qui fino alla fine

"Adesso andiamo avanti consapevoli consapevoli di quello che possiamo fare, lo ripeto non dobbiamo guardare a nessun avversario e pensare solo a noi stessi. Cercando di fare il massimo dei punti partita dopo, partita".
 
 
 
Ora la sfida con l′arcigno Pontinia

"Adesso l′obiettivo è quello di guardare a una partita alla volta, a cominciare da quella di domenica dove andremo a giocare a Pontinia. Guai a guardare la classifica, sarebbe l′errore più grave. Sarà un testa - coda che non possiamo sottovalutare. In casa il Pontinia si trasforma davanti alla sua gente, al di là di qualsiasi posizione di classifica". 
 
 
Fischio d′inizio previsto alle ore 11:00 di Domenica 23 Febbraio e direzione di gara affidata al sig. Francesco Casini di Roma 1, quale sarà coadiuvato dai signori Massimiliano Cirillo di Roma 1 e Davide Messina di Cassino.
 
 
Per sportgaetano,Antonio D′Ovidio.

  Lnd, parla il presidente Sibilia: "il calcio deve restare unito. Un euro investito nello sport viene restituito 300 volte sul piano della sanità”.

Primo Piano

Per avere un futuro dopo il Coronavirus, il calcio deve "restare unito”, perseguire "l’interesse collettivo”. E’ l’appello del presidente della LND Cosimo Sibilia in

SPOTGAETANO

pescheria cucina e gusto



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy