Per Lopalco il calcio riaprirà i battenti a ottobre
Il virolo prevede tempi lunghissimi per la riapertura degli stadi


Parlare di calcio giocato oggi probabilmente interessa pochi. Alllo stesso tempo ci vorrebbe una sfera di cristallo per azzardare una previsione più o meno fondata circa il futuro del calcio in Italia, a partire proprio dal calcio professionistico. A maggior ragione, di conseguenza, per il mondo del calcio dilettanti la prospettiva di riprendere l’attività agonistica in tempo utile per concludere la stagione inevitabilmente si allontana.

Una convinzione sempre più condivisa dagli addetti ai lavori che si rafforza ulteriormente a seguito delle dichiarazioni rilasciate al quotidiano La Repubblica dal virologo di fama internazionale Pieluigi Lopalco che dice: " Ho ascoltato in questo periodo cose incredibili per quanto riguarda lo sport;  il ministro Spatafora ha dichiarato che il campionato di calcio potrebbe riprendere ai primi di maggio, a porte aperte o a porte chiuse. Ma stiamo scherzando? Prima di ottobre credo sarà impossibile riavere gente allo stadio. Le restrizioni in corso dureranno almeno fino all’estate: ovviamente si tornerà a lavorare, ad uscire, ma si dovrà fare tutto con molta calma e cautela”. 

Una doccia gelata per quanti sperano tuttora di archiviare la stagione 2019-20 regolarmente sul campo. A quanto pare, oltre ai morti che siamo costretti a contare ogni giorno nel bollettino delle ore 18 da parte della Protezione Civile, il Coronavirus sembra avere energia a sufficienza per costringere alla resa anche sua Eccellenza il calcio.

APM

  Calcio e Corona Virus, risponde Melchiorre Zarelli: stagione da continuare o sospensione? Bonus per la prossima stagione? Deroghe per i classe 98, impossibilità di prolungamento dei tesseramenti e tanto altro...

Primo Piano

Ecco alcune delle domande di interesse generale che sono state sottoposte al Presidente del Comitato Regionale e al quale Melchiorre Zarelli ha dato risposte dirette (via telefono). Le proponiamo per portarle all’attenzione di chi, tra i dirigenti delle società di calcio del Lazio, potrebbe

  Lnd, parla il presidente Sibilia: "il calcio deve restare unito. Un euro investito nello sport viene restituito 300 volte sul piano della sanità”.

Primo Piano

Per avere un futuro dopo il Coronavirus, il calcio deve "restare unito”, perseguire "l’interesse collettivo”. E’ l’appello del presidente della LND Cosimo Sibilia in

SPOTGAETANO

pescheria cucina e gusto



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy