Grande fermento intorno al mondo del calcio dilettanti
Lavori in corso prima della ripresa del lavoro sul campo


Grande fermento intorno al mondo del calcio dilettantistico. Dirigenti e staff tecnici pienamente operativi per completare il lavoro propedeutico alla fase precampionato in funzione dell’avvio della preparazione delle rispettive squadre.

Per tutte, come ordinato, ci sarà da rispettare e convivere con il "famigerato” protocollo sanitario attualmente in vigore. A maggior ragione a seguito del prolungamento dello stato d’emergenza approvato dal Parlamento, Camera e Senato, nelle ultime sedute prima della pausa estiva.

Per riprendere gli allenamenti, insomma, tutte le società dovranno attrezzarsi per rendere applicabile la normativa vigente. Non solo. Alla proprietà degli impianti, quasi tutti comunali, spetterebbe l’oneroso compito di rendere gli impianti agibili dal punto di vista sanitario provvedendo all’applicazione della norma per quanto di competenza.

Un percorso che società e amministrazioni locali dovranno affrontare e superare insieme, un quello che si prefigura come una sorta di test di sbarramento da superare per poter riprendere, finalmente, il lavoro sul campo.

Il tutto in attesa di capire bene il quando (per scaramanzia ignoriamo il se), poter riallacciare il discorso agonistico con la ripresa del campionato 2020-21. In effetti ci troviamo ancora in una fase d’incertezza, dove ci si muove coi piedi di piombo all’insegna dell’incertezza ma, com’è giusto che sia, con cauto ottimismo. Nella malcelata speranza, sia chiaro, che alla fine "andrà tutto bene”. Incrociamo le dita.

APM

SPOTGAETANO

pescheria cucina e gusto



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy