Mfoods Carburex Gaeta: il Brixen concede tantissimo ma i biancorossi non ne approfittano. Superlativi Amendolagine e Wierer tra i pali!
Coach Onelli: ”Anche oggi ce la stavano regalando ma noi rimandiamo tutto al mittente e non accettiamo. Troppi palloni persi, dobbiamo essere più ordinati"


La Mfoods Carburex Gaeta non riesce ad approfittare dei tanti errori commessi dal Brixen e nonostante la doppia superiorità nel finale e le tante palle perse dagli ospiti, deve rimandare l’appuntamento con la prima vittoria casalinga. Infatti, al Palazzetto dello Sport di Fondi passano gli ospiti di Bressanone di misura,lasciando non poco rammarico nell′ambiente gaetano, così come capitato all′esordio stagionale contro il Merano.

Il match è maschio sin da subito e si capisce come sarà l′andamento sin dall′inizio, tanto che il primo giallo arriva dopo appena 1’ 09’ ai danni di Filipovic per eccessiva foga nel fallo commesso ai danni di Crespo nel tentativo di scaricare palla al pivot.

Le squadre fanno fatica a trovare gli spazi giusti in attacco, il Gaeta ci prova ma Wierer chiude alla grande la propria porta e lo stesso fa il collega opposto Amendolangine; per assistere alla prima rete bisogna attendere infatti il 5’ 14’’ con gli ospiti che siglano l’1-0 momentaneo.

Il Brixen diventa falloso in difesa,vero e proprio marchio di fabbrica quello della difesa arcigna degli altotesini, e sia Nenadic che Basic si beccano il giallo ma nonostante il tiro dai 6 metri in favore dei gaetani, quest’ultimi falliscono la chanche del pareggio con Filipovic il quale deve assistere ad un’altra parata del solito Wierer.

La gara è sempre più maschia ed i gialli arrivano da una parte e dall’altra, i biancorossi in attacco sprecano troppo e perdono troppe palle preziose ma il Brixen rimane con l’uomo in meno per l’esclusione temporanea di Basic e finalmente Filipovic sigla la sua prima rete valida per il  2-2 ad 8’ 10’’ dall’inizio.

Gli ospiti giocano senza il portiere fisso per pareggiare i conti,vista l’esclusione di Basic,ma commettono infrazione di passi mentre Lombardi colpisce soltanto il palo da posizione di ala sinistra.

Amendolagine tiene in vita i suoi e compie l’ennesima parata prima che Di Giulio ne approfitta per portare i suoi sul 3-2 su azione di scalare sull’ala destra e successivamente Crespo forza il tiro e permette ai gaetani di riportarsi in attacco ma Filipovic a sua volta commette fallo di sfondamento in attacco.

I primi 15 minuti sono molto concitati, dominati da tanti errori da una parte e dall’altra mentre le difese sono ottime ed aiutate dalle parate di Amendolagine per i padroni di casa e di Wierer per gli ospiti, con i biancorossi che rimangono sul +1 al 15esimo .

Filipovic perde palla e Crespo non perdona, Amato in attacco ci prova ma Wierer è davvero in giornata ed il Brixen ritrova prima il pareggio e poi perfino il doppio vantaggio sul 6-4 con un parziale di 4-0 per gli ospiti altotesini.

Il Gaeta potrebbe accorciare ma anche Di Giulio sbaglia il penalty ed il Brixen al 20esimo si porta sul 7-4 approfittando dei troppi errori in fase offensiva e di seconda fase dei gaetani.

Sader in attacco non trova la porta mentre Lombardi in attacco compie ancora un′infrazione di passi, gli errori tecnici sono tanti,forse troppi,da una parte e dall’altra e coach Onelli sfrutta il time out per dire qualcosa ai suoi; interruzione che sortisce i propri effetti visto che Di Giulio guadagna un ottimo penalty che Lombardi stavolta non sbaglia e trova il -2.

Il Gaeta è vivo nonostante tutto edopo il time out e Di Giulio trova il -1 (7-8) ma il Brixen torna nuovamente sul +2 e Wierer lo mantiene intatto grazie ad un bell’intervento dai 6 metri su Amato.

La prima frazione di gioco si chiude con gli uomini di coach Kramer sull’11-8 grazie ad uno strepitoso Wierer e le reti di Crespo mentre il Gaeta esce dal campo rammaricata per i troppi errori di troppo in fase di attacco ma sicuramente soddisfatta per l’ottima fase difensiva.

 

Nella ripresa Basic si becca la seconda esclusione temporanea dopo appena 1’ 17’’ e Crespo lo segue dopo qualche secondo, dunque il Gaeta si trova con la doppia superiorità numerica e Lombardi dai 6 metri riagguanta il -2 con una sassata sotto al set alla sinistra di Pfattner.

I biancorossi in attacco sono davvero troppo frettolosi ed hanno difficoltà nel palleggio, regalando così palle d’oro agli ospiti che nonostante la doppia inferiorità numerica rimangono sempre in avanti ma gli ospiti commettono infrazione di passi in attacco e Di Giulio ristabilisce la perfetta parità sull’11-11 mentre Lombardi trova il 12-11 costringendo coach Kramer al time out visto il 4-0 di passivo degli uomini di Onelli.

Da qui però, il Brixen si rialza e la gara si mette sempre punto a punto, fatta di batti e ribatti ed al 50esimo il punteggio è infatti di 18-18 con Wierer che compie l’ennesima parata, stavolta ai danni di Amato.

Il Brixen è nervoso negli ultimi minuti e lo dimostra anche la squalifica beccata dal vice coach Luigi Da Rui per protesta dalla panchina, lasciando così i suoi con l’uomo in meno e favorendo il 19-18 di Ponticella dai 6 metri. 

Finale accesissimo con espulsioni e due minuti per il Brixen, con il tavolo tecnico che richiama i signori Fato e Guarini per presunto cambio irregolare ed a questo punto gli ospiti rimangono in 5 uomini (con un′esclusione di 4 minuti per proteste) ed il Gaeta si porta in vantaggio sul 20-19 a 7’ dal termine ma nonostante tutto i tenaci altotesini trovano il 20-20 con Nenadic che tragigge Scavone.

Mujic spreca in attacco ed affretta troppo l’azione nonostante la doppia superiorità numerica per poi farsi perdonare poco dopo per il 21-20 a porta sguarnita.

Castro da ala destra inventa un goal pazzesco e ritrova il 21-21 annullando così il vantaggio del Gaeta nonostante la doppia superiorità numerica, con un uomo in più per 4 minuti, mentre i biancorossi continuano ad essere troppo precipitosi in attacco e permettendo così agli ospiti di prendere coraggio.

A 2’ dal termine Crespo si prende una grande responsabilità e con un ottimo tiro dai 9 metri non lascia scampo ad Amendolagine (22-21) e coach Kramer si gioca l’ultimo time out, quale sortisce effetti sperati visto che i suoi vanno in rete a porta sguarnita visto che coach Onelli si giocava la mossa dell’uomo in più togliendo l’estremo difensore e Di Giulio lascia i suoi con l’uomo in meno a seguito di ingenue proteste a 28’ 24’’.

Ad 1’ minuto dalla fine il teit motif del match dei biancorossi, ovvero l’ennesima palla persa in attacco che permette al Brixen di tornare in attacco con calma e razionalità; coach Onelli si gioca l’ultimo time out a disposizione ma al suono della sirena il risultato parla in favore di Crespo e compagni sul 23-22 dopo un altro errore tecnico commesso dai gaetani.

 

Dunque, dopo la vittoria in quel di Bologna,il Gaeta rimanda la prima vittoria casalinga stagionale e recrimina non poco per le troppe palle perse, la troppa frettolosità in attacco e la mancanza di lucidità che hanno fatto il resto. 

Ma c’è un lato positivo: questa squadra può giocarsela davvero contro tutti e sappiamo che coach Onelli lavorerà moltissimo sulla mente dei giocatori e tecnicamente per migliorare sulla fase di realizzazione d’attacco mentre potrà continuare a lavorare bene sulla fase difensiva come già sta avvenendo.

Nel prossimo turno capitan Ponticella e compagni si recherà nella difficilissima tana del Bolzano, tra le più accreditate alla vittoria del campionato per una sfida davvero ostica.

 

Nel post partita Coach Salvatore Onelli:”Per molti aspetti è stata una gara simile a quella contro il Merano, anche oggi ce la stavano praticamente regalando la gara ma noi decidiamo di non accettare e rimandare tutto al mittente. Peccato perchè abbiamo difeso davvero bene ed abbiamo avuto davvero tante occasioni per punirli in velocità ma non andare in velocità non significa soltanto correre ma essere razionali,ordinati e noi invece eravamo molto,forse troppo,veloci e perdevamo troppi palloni. Siamo una squadra che nel secondo tempo non può permettere alla squadra avversaria di fare 2-3 cambi e non punire, come capitato oggi. In attacco abbiamo fatto difficoltà anche con la loro difesa schierata perchè non riuscivamo proprio a trovare spazi, non riusciavamo ad attaccarli forse anche intimiditi mentre nel secondo un po′ meglio con un po′ più di cattiveria. Da Lunedì abbiamo lavorato sulla superiorità numerica sapendo della loro aggressività in difesa, in alcuni momenti l′abbiamo sfruttata ma non nella fase difensiva. Se gli elementi di esperienza si comportano come i ragazzi di 18 anni nel perdere palloni in continuazione e in alcuni momenti cruciali, inizia ad essere complicati. Bisogna essere più ordinati e bisogna avere dei leader in campo che sappiano cosa fare. Lavoreremo serenamente in settimana perchè andremo a Bolzano senza nulla da perdere,risollevandoci psicoligamente e fare una buona partita per prendere fiducia. Queste due sconfitte casalinghe bruciano per come sono arrivate, dobbiamo riprenderci subito".


MFoods Carburex Gaeta - Brixen 21-23 (p.t. 8-11)


MFoods Carburex Gaeta: Scavone, Maggiacomo, Amendolagine, Di Giulio 6, Bettini, Ponticella 2, Uttaro, Marino, Ciccolella D., Pantanella, Lombardi 4, Amato 4, Mougits 4, Antonio Filipovic 1. All. Medina-Onelli


SSV Brixen Handball: Pfattner, Nenadic 7, Crespo 8, Castro 4, Dorfmann 1, Wieland, Wierer, Brugger, Renalter, Basic 2, Mitterutzner C., Sader 1. All. Kramer 


Arbitri: Fato-Guarini

Delegato: Piero Di Piero 


Per sportgaetano,Antonio D′Ovidio.

Serapo sport

SPOTGAETANO

FRANCESCA DI PUCCIO



Lo spot si chiuderà tra 6 secondi - Vai all'articolo
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy