Erice - Pontinia regala emozioni: le arpie neroverdi frenano la corsa delle laziali!
Vincono le sicule ma le laziali sotto di 5 reti sfiorano la remuntada d′orgoglio fino a 2′ dal termine


«Ripartire non sarà sicuramente una cosa semplice perché è evidente che il ritmo gara si perde con una pausa così lunga, abbiamo avuto la possibilità di allenarci e di simulare partite in famiglia con le nostre giocatrici. Avremo una partita durissima a Trapani che sarà un dentro-fuori per l’accesso alla Coppa Italia" così parlava coach Nasta alla vigilia di Erice - Pontinia ed aveva più che ragione vista una gara giocata senza esclusione di colpi, dai ritmi elevatissimi sin dal fischio d′inizio e dalle mille emozioni.

La gara inizia con il possesso palla per le ospiti e Put si prende la responsabilità del primo tiro delle pontine ma Iacovello si oppone benissimo in spaccata ed in seconda fase l′Erice trova il fallo sui 7 metri con conseguente tiro messo a segno da Coppola.

È Squizzato, dunque, a trovare la prima rete per il Pontinia che vale l′1-1 e la stessa argentina trova il fallo che porta al tiro dai 7 metri, quale Barbosu sigla egregiamente con un tiro precisissimo sotto al set destro ed alla sinistra di Iacovello.

Bellissimo il pareggio delle neroverdi: passaggio illuminante di Terenziani e la Coppola trova un pallonetto preciso per il 2-2 e immediatamente i ritmi sono elevatissimi nei primi 4′, con le difese molto dinamiche ed aggressive. 

Bassanese trova poi una rete incredibile, anche se è solita fare gol del genere, tirando sull′unico spazio lasciato libero da Iacovello a fil di palo ed è 3-2 prima del 3-3 improvviso di Terenziani. I primi 5′ sono già un chiaro di segnale sul tipo di partita alla quale si assisterà.

Franceschini è superlativa su contropiede e nega il 4-3 alle arpie neroverdi ma non può nulla poco dopo su una Terenziani scatenatissima. Dal 3-4 il Pontinia scavalca le padrone di casa e con le reti di Squizzato ed una palla recuperata da Bassanese e siglata dalla stessa numero 32 gialloblú, piazza il 5-4.

Erice è sempre in partita e Rajic a trovare l′iniziativa personale e buca centralmente la difesa laziale per il nuovo pareggio sul 5-5.

Poi l′ingenuità di Put che in attacco non lascia la sfera a terra dopo un′infrazione di piede e si becca la sospensione. Capitan Franceschini allora ci mette una pezza con un intervento super e Pontinia può attaccare con più calma per trovare il varco giusto nonostante l′inferiorità numerica, non riuscendoci però.

Erice ci riprova e stavolta va a segno con un tiro di Natale in faccia di Franceschini, con la numero 1 che si sposta all′ultimo secondo e lancia uno sguardo di fuoco all′ala sinistra di casa dopo il 6-5, siglato con troppa cattiveria agonistica in questo caso, seppur permesso da regolamento.

Al quarto d′ora è il Pontinia ad avere la superiorità numerica dopo i 2′ commissionati alla Terenziani ma i direttori di gara chiamano un fallo in attacco delle pontine e poco dopo la Natale perde palla, dimostrando come la lunga assenza dai campi a causa di gare rinviate per Covid-19 faccia perdere lucidità. 

Le ragazze di Nasta non riescono a trovare lo spazio giusto contro una difesa dinamica ed aggressiva delle siciliane, allora è Squizzato ad inserirsi e trovare il fallo che porta al tiro vincente dai 7 metri di Podda. La gara è intensa e divertente ed al 17esimo il risultato è di 6-6.

Tanta confusione poi in attacco per il Pontinia ed Erice ne approfitta siglando il +2 con capitan Benincasa che in seconda fase punisce e la stessa si ripete, lanciata perfettamente da Iacovello dopo una parata in spaccata, mettendo a segno il 9-6 e costringendo coach Nasta al time out.

Erice rientra benissimo e trova anche il 10-6 che scatena la rabbia di Barbosu, quale va ad inserirsi tra le maglie neroverdi e trova il 7 metri ma la Modernell è anche fortunata, ed aiutata dal palo, con l′Erice che rimane sul +4, trovando poi il +5 con Ponce.

Ripartenza immediata dopo la rete subìta per Pontinia ed è la solita Bassanese che riaccorcia sul -4.

È una lotta continua, non ci sono minime pause, Terenziani si becca i 2′ commettendo fallo su Conte, Pontinia non sbaglia con Squizzato da pivot per il 12-8 sul tabellone e subito dopo si porta anche sul -3 con Bernabei, sfruttando perfettamente l′inferiorità numerica delle arpie. La stessa giocatrice neroverde compromette la propria gara subendo la seconda sospensione di 2′ ancora per fallo su Conte che la supera in scioltezza e dai 7′ stavolta Podda è freddissima e precisa per il 13-10.

Pontinia in difesa 5-1 con Bernabei a tentare di rubar palla, Nasta richiama alla casa ed Erice perde palla, Podda è lesta a tagliare in posizione di pivot e trovare il -2; costringendo Gutierrez al time out visto il 3-0 subìto.

Le padrone di casa tornano bene in campo e ritrovano il +3 al 25esimo. Pontinia potrebbe ritrovare il -2 con Squizzato che riceve un passaggio illuminante di Barbosu ma Iacovello devia e dice di no.

Conte è davvero inarrestabile quest′oggi e quando viene stesa arriva il tiro dai 7 metri per le gialloblù, con Luisella Podda brava a ripetersi e trovare il -2 per le compagne (14-12 al 27′).

La Ponce su deviazione è fortunata e trova il 15-12 ma Pontinia nemmeno pensa al gol subìto e Podda con una girella meravigliosa riporta tutto sul -2. Le laziali potrebbero trovare il -1 ma Franceschini sbaglia il lancio per Bassanese. Il minimo svantaggio per le ragazze di Nasta arriva con Podda che a porta vuota, vista l′uscita disperata di Iacovello dopo una palla persa di Ponce, trova la rete del 15-14.

Sul finale di primo tempo è Coppola a trovare la rete del 16-14 che chiude la contesa dei primi splendidi 30′, giocati con cuore e rapidità da parte di entrambe le formazioni in campo e con una seconda frazione di gioco tutta da vivere.


La gara riprende ed Erice ricomincia benissimo portandosi sul +5 grazie alle reti di Natale,Coppola,Ponce e le parate decisive della Iacovello. Pontinia non molla di certo e Barbosu carica le sue con la rete del -4 con la stessa numero 55 sfortunata poco dopo a non trovare anche il -3 a causa della deviazione del palo alla destra di Iacovello.

L′estremo difensore neroverde è strepitosa poi sul tiro dai 6 di Squizzato e fortunata poco dopo con Conte che colpisce la traversa sui 6. Pontinia frettolosa ed Erice molto fortunata ma anche imprecisa in questo frangente, viste le tante palle perse in attacco mentre  Podda è un cecchino dai 7 metri e riporta le sue sul -4 e Bernabei tira fuori tutta la sua grinta per trovare il -3 e sempre l′argentina trova anche il -2 riaprendo il match dopo il +6 delle padrone di casa.

La gara è sempre punto a punto dopo 10′ dalla ripresa, Podda (tra le migliori delle sue, ndr) in contropiede sigla il -2 (21-19), Ponce commette infrazione di passi ma Franceschini getta una palla d′oro nel tentativo di lanciare subito Podda.

Ci pensa Bassanese a trovare il -1 con una freddezza unica davanti a Iacovello ed Erice sente la pressione del gap ricucito dalle pontine.

Enorme confusione per le neroverdi, Iacovello getta alle ortiche un contropiede e Barbosu recupera permettendo alle sue di tornare in attacco con calma ma senza risultato.

Franceschini para ancora e Bernabei sui 6 trova anche il nuovo pareggio sul 21-21 al quarto d′ora. La stessa numero 17 recupera una palla strepitosa sulla Coppola, con l′azione che porta alla rete di Podda per il 22-22.

Erice butta un′altra palla in attacco ma la Put fa lo stesso e Pontinia spreca il possibile vantaggio, quale trova invece Marino da ala sinistra.

Erice in fase d′impostazione non è lucida e perde l′ennesima palla ma recupera palla in difesa ed il tabellone luminoso segnala sempre il 23-23 al 20′ della ripresa con troppa confusione in campo in questo frangente di gioco.

Troppi gli errori da parte delle due formazioni, sinonimo di tanta tensione da parte di alcune giocatrici vista l′alta posta in palio e le posizioni di classifica in ottica Coppa Italia.

Il Pontinia dopo tanto creare,crederci e lottare, trova il vantaggio sul 24-23 con Squizzato su passaggio di Bernabei ma la Coppola riporta le neroverdi sul 24-24 e Rajic dai 7 trova il 25-24 con Podda che esce per sospensione di 2′.

La gara è super accesa: Natale forza il tiro su Bassanese brava a difendere con astuzia, Barbosu lascia sul posto l′avversario con una perfetta veronica e Podda non sbaglia dai 6 metri siglando il 25-25 a 3′ dal termine; mentre subito dopo è Barbosu a siglare di prepotenza e precisione il 26-25 e caricare la squadra.

Time out Erice a 2′30" dalla fine con le ragazze di Gutierrez ora ad inseguire, con il break che porta i risultati sperati. al rientro sul 40x20: Coppola non sbaglia siglando il +1 prima della parata di Iacovello su Bassanese.  Poi Ponce dai 9 trova il 28-26 e sul finale è ancora Iacovello (in assoluto la miglior giocatrice del match viste le numerose parate nei momenti topici,ndr) a compiere l′ennesimo intervento decisivo su Podda e la gara finisce sul 28-26 per le neroverdi di casa che esultano per la quinta vittoria in campionato mentre il Pontinia frena la sua corsa dopo 6 vittorie di fila e 7 risultati utili consecutivi.


«Questo campionato è una responsabilità notevole per tutte noi, ma quando entriamo nello spogliatoio con la mente libera, pensiamo solo alla partita – assicurava Bianca Barbosu nel prematch–.  Il nostro segreto? Diamo il massimo in ogni partita e pensiamo solo a salire un gradino in più alla volta, voglia lottare per obiettivi importanti».

Bhe, anche oggi la fame di vittoria si è vista, la grinta, il cuore e la combattività anche. Sono mancate le reti dell′ex di turno Put e ci sono stati troppi errori in fase d′impostazione e contropide ma tanto di buono sul quale ripartire c′è stato e si è visto. Perchè ancora una volta questo Pontinia ha dimostrato di potersela giocare contro tutti e che sotto di 5 reti non molla davvero mai e riesce a recuperare gap che sarebbero impossibili per molte formazioni.

La formazione cara a patron Mauro Bianchi adesso tornerà in campo il prossimo Sabato 19 Dicembre per affrontare il Malo al Pala Marica Bianchi, per quella che sarà l′ultima gara del 2020 con l′obiettivo di chiudere al meglio l′annata 2019/2020.



Per sportgaetano,Antonio D′Ovidio.



Serapo sport
Nuovo SportGaetano
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy