Eccellenza 2020-21, fatta la formula: Due promozioni in serie D, sei retrocessioni in Promozione


Filtrano le prime indiscrezioni circa le modalità di svolgimento dei campionati regionali in vista di quella che si preannuncia come la stagione post covid. Una sorta di ponte progettato a tavolino per tenere a bada gli umori degli addetti ai lavori e ristabilire, nel giro di un anno, la normalità degli organici.

A situazione eccezionale si risponde in via eccezionale, ci sembra di capire, sia prima che dopo.

In Eccellenza, ad esempio, a seguito dell’ampliamento dei gironi da due a tre con 16 squadre per raggruppamento, le prime della classe al termine della stagione (da ottobre 2020 a maggio 2021) agonistica inevitabilmente passeranno da due a tre. Per determinare le due squadre da promuovere in serie D sarà necessario, di conseguenza, sviluppare una fase post season. Una sorta di mini girone, dove le prime due guadagnerebbero il visto per la serie D, mentre la terza accederebbe al playoff nazionale.

Per le ultime tre di ogni girone, invece, scatterebbe la retrocessione diretta in Promozione. Mentre per le formazioni classificate dall’ottava alla 13dicesima posizione si parla di playout. Ad esempio, scontro diretto dell’ottava contro la 13esima (gli altri abbinamenti sarebbero 9° vs 12° e 10° vs 11°), due risultati su tre a favore della squadra meglio classificata, per chi perde retrocessione diretta.

Se così fosse sarebbero due le promozioni in serie D, mentre il totale delle retrocesse passerebbe dalle attuali quattro alle sei 2020 – 21. Stagione finita, invece, per le formazioni posizionate dal secondo al settimo posto.

Sarà così? Lo capiremo presto.

APM

Serapo sport
Powered by Carangelo © Copyright Sportgaetano - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy