Minturno Calcio, non finisce la polemica: Mano pesante del giudice sportivo e il presidente Pacera torna a parlare.

Dopo i fatti di domenica è arrivato il giudizio finale sul caso accaduto a Minturno tra l′arbitro e alcuni tesserati della formazione rossoblu. Giungono infatti pesanti squalifiche agli accusati del club minturnese. Puntuale la replica del§ presidente Antonio Pacera, esausto della situazione e pronto a rispettare la sua promessa...

"Da premettere che me lo sarei aspettato, però sono rimasto davvero basito dal comunicato che ho letto. L′arbitro si è inventato tutto, una vergogna. Deve rovinare le sorti del Minturno, i sacrifici della società, del presidente, dello staff e soprattutto dei giocatori, che veramente ci hanno messo l′anima in questa stagione. È uno schifo. Mi sembra di avere a che fare tipo con un ufficiale dei carabinieri: quello che dice lui è legge. D′altronde senza testimonianze, nulla. La cosa che mi da rabbia è che non ha detto di aver preso una botta, ricevuto una spinta, quando sono venute le forze dell′ordine. Quando si è accorto di aver fatto l′errore a fine partita, ha chiamato qualche amichetto, avvocato, e si è tutelato. Guarda caso, nel tragitto di ritorno a Latina, si è fermato all′ospedale di Fondi e si è fatto refertare. Ha rovinato una squadra, perchè giustamente il morale va giù dopo tante ingiustizie. Incassi, incassi, incassi, poi onestamente non mi sento tutelato dalla Federazione. Neanche un chiamata. Allora vuol dire che faranno a meno del Minturno Calcio. Io personalmente non intendo andare avanti. Se lo staff e il gruppo dirigenziale vogliono andare avanti, va bene. Ma io sono mortificato da questa sentenza e non ne voglio sapere più nulla. La situazione è questa: non hanno ancora risposto al nostro preavviso di ricorso. Ma non si sono espressi sulla partita, bensì sui giocatori che lo hanno ′minacciato e insultato′ e il guardalinee che ′lo ha fatto sbattere con la testa a muro′. Quello che è uscito è un bollettino di guerra. Ribadisco, l′arbitro è un pubblico ufficiale: quindi non ci saranno mai testimoni che racconteranno la verità. Ci sarebbero i giocatori del San Giorgio, ma mi sembra più che giustificabile un loro disinteresse nel caso perchè avrebbero solo da perderci. L′arbitro si è studiato tutto a tavolino. Sto mandando i miei ′accusati′ a denunciare per calunnia il direttore di gara perchè ha testimoniato il falso. Primo, il nostro guardalinee non gli ha messo le mani addosso. Il nostro capitano è un ufficiale della Capitaneria di Porto e quindi non è un cretino, e neanche lui lo ha nè minacciato nè toccato. Da regolamento, peraltro, se un giocatore rincorre o affronta petto a petto l′arbitro deve essere espulso, non si deve sospendere la partita. Il nostro tesserato è stato espulso sul verbale, ma il cartellino rosso non è mai stato estratto. Sono davvero basito".

Per SportItri, Alberto Ciccarelli


  TORNA IL LATINA VERTICAL SPRINT

CIRCUITO MONDIALE

Domenica 13 gennaio 2019, start alle 10.30 della sesta edizione del Reale Mutua Latina Vertical Sprint. L’adrenalina della scalata sulle rampe dei grattacieli del mondo contagiò Latina.

  Sora Calcio,dopo 4 anni lascia Pagnani:"Non me l′aspettavo, accetto ma non condivido e quando sono arrivato a casa sono scoppiato a piangere. Ma non voglio fare polemiche, io amo il Sora e sarò sempre il primo tifoso!"

"L′ASD Sora Calcio comunica di aver interrotto il rapporto professionale con il giocatore Giuseppe Pagnani e allo stesso tempo lo ringrazia per il contributo dato in campo e nello spogliatoio in questi anni, augurandogli il meglio per

  Gagliardi elogia la squadra: "Gruppo unito e coeso. Sono state bravissime"

Vincere aiuta a vincere. La Giò Volley vuole chiudere il 2018 con un altro successo. Per farlo occorrerà una prestazione importante anche contro Arzano nel prossimo incontro in programma al PalaGiòvolley sabato 15 dicembre

  Arce - Sora: termina con un pareggio pirotecnico all′ultimo sospiro

Pareggio pirotecnico (2-2) tra Arce e Sora, nel match valevole per la quattordicesima giornata del girone B d’Eccellenza. Un pari che forse scontenta entrambe le squadre: il Sora, che perde il primato in classifica a favore del Tor Sapienza, che ora ha un punto di vantaggio, e l’Arce, che manca il sorpasso ai

  Formia, incubo e maledizione Aurora Vodice Sabaudia: prima vittoria in campionato per la squadra di Stanziale

L’illusione ospite con il solito timbro di Vincenzo Zaccaro – al 12° centro sui 25 di squadra -, poi il materializzarsi di un vero e proprio incubo, con l’infortunio del capitano biancazzurro, l’espulsione di Raspaolo e la rimonta dell’undici di casa, alla prima vittoria in campionato e seconda

2 milioni di visitatori - Grazie da SportGaetano.it