Arriva il responso su Minturno-Pro Calcio San Giorgio, e il Presidente rossoblu Antonio Pacera non nasconde la sua indignazione!

Ufficiale il 3-0 d’ufficio per la formazione ciociara che dopo la sospensione al 92’ – per motivi ben noti – dell’8 aprile riesce a conquistare i tre punti che tengono aperta la lotta al terzo posto. Il Presidente Antonio Pacera non nasconde la sua delusione, ma, § come già dichiarato dallo stesso primo tifoso rossoblu in precedenza, questa è semplicemente stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

La squadra di mister Grassi è ormai esclusa da qualsiasi gioco promozione, e a conti fatti dopo quei famigerati episodi non è riuscita più a risollevarsi, anche per via delle pesanti squalifiche rimediate proprio in quella giornata di campionato. Il problema principale per il Presidente Pacera resta la Federazione, da cui a suo avviso non arriva il feedback necessario che in questo momento una compagine bisognosa d’aiuto avrebbe bisogno. Le risposte dai ′piani alti′, invece, sembrano essere totalmente diverse, sempre se arrivano...

"Rabbia e rammarico lo stato d’animo attuale. Io da tempo avevo espresso la volontà di ritirare la squadra, ma sono voluto andare avanti per i tifosi, la popolazione minturnese e soprattutto per i ragazzi. Sapevo che sarebbe andata così. Siamo stati dimenticati da tutti. Questa è la dimostrazione che nonostante i ricorsi non siamo presi in considerazione. Resto sorpreso dal fatto che il comunicato sia uscito oggi, pensavamo che avessero atteso la fine del campionato per evitare problemi. Resto dell’idea che la Federazione e l’AIA-Figc nonostante siano assestanti ne stanno combinando davvero di tutti i colori”.

"Gli arbitri che ci mandano sono spaesati: gli amici degli amici. Serve gente preparata, anche se si parla di Seconda Categoria ci vuole carattere ed esperienza per gestire partite del genere. Il San Giorgio è affiliato con la Roma, c’è chi ha le sue conoscenze, amicizie, e questa è stata la porcheria che hanno fatto. Tra espulsioni e ammonizioni mi hanno decimato la squadra. Passa la voglia di giocare così. Quindi a questo punto serve costruire rose di livello nettamente superiore per provare a vincere. Mercoledì mi hanno fatto un’altra bastardata. La partita con il Real Sant′Andrea - che non ci avevano fatto giocare il 18 marzo, quando l’arbitro si è presentato con la famiglia e ha dichiarato che il campo fosse impraticabile, mentre ad un kilometro di distanza si giocava tranquillamente – l’abbiamo persa a tavolino”.

"Avevo chiesto espressamente alla Federazione di rimandare il recupero perché in settimana abbiamo otto elementi che causa lavoro non possono presentarsi. Loro non hanno voluto sapere niente, abbiamo perso e ci siamo tenuti anche la multa. Tutto questo mi fa cadere le braccia. Con il Sant′Andrea sarebbe stata una grande occasione perché loro tra squalificati e altri indisponibili erano in formazione più che ridotta. Invece è tutto calcolato, studiato. Non meritiamo questo trattamento: c’è molta rabbia per questo. Purtroppo il campionato è andato così, anche per inesperienze mie. L’importante è portare al termine il campionato, sebbene il morale e la situazione di classifica siano crollati. Ormai affrontiamo le partite in undici contati. Ci prepariamo al derby con il Marina Calcio. Nonostante le difficoltà proveremo a giocarcela”.

Per SportGaetano, Alberto Ciccarelli


  Agli atleti della D+Trail la 43 km in montagna a Bassiano. SGS Ultravisa, in vetta Nasso e Aghiana

Trecento scalatori intrepidi della montagna per vivere tutti insieme una lunga giornata di sole sul Monte Semprevisa, tra boschi, sentieri, mulattiere, versali e crinali fino alla vetta a 1536 metri sul livello del

  La conferenza stampa del presidente Gianluca La Starza, il ds Francesco D’Ario e il dg Luca Corbucci

  IL 20 MAGGIO L′ SGT ULTRAVISA

La gara
Gli amanti dello sport in connubio con la natura saranno appagati

  Mister Cedrone saluta la Sandonatese. “Si chiude un ciclo di vita, si guarda avanti”

Si avvicina a grandi passi l’ultima giornata del girone M di seconda categoria, e con essa la conclusione del rapporto tra Stefano Cedrone e la Sandonatese. La partita in programma sul campo della Virtus Lenola sarà l’ultima del tecnico di origine romana sulla panchina biancorossa, dopo un ciclo esaltante e

  Podismo - Incontro con Calcaterra

Giorgio Calcaterra ha lasciato Latina annunciando la tredicesima partecipazione consecutiva alla 100 km del Passatore. E proverà a

2 milioni di visitatori - Grazie da SportGaetano.it