Lido Sprint, vinco Boraschi e Mallozzi

Una grande giornata di sole, ampia partecipazione di pubblico ed una vera manifestazione di sport. Le dimensioni del secondo Latina Lido §Triathlon Sprint ben rappresentano l′evento che ha calamitato all′attenzione a Capo Portiere, sul lungomare di Latina: 312 allo start, 300 partecipanti alla walkzone e centinaia di persone che hanno assistito ai lati della strada e dal pontile.

 Il bilancio della società organizzatrice, la Latina Triathlon, è a dir poco positivo, tanto più che lo Sprint, nel calendario regionale, era stato inserito dalla FITRI come gara silver di rank nazionale. Una qualifica maturata dopo lo Sprint promozionale del 2017. 

LA GARA
I pettorali di partenza, assegnati in base al ranking, non hanno smentito le attese, confermando i valori di atleti di richiamo nazionale. Le distanze: 750 mt di nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa.
Tra gli uomini vittoria di Luca Diego Boraschi del Torrino Triathlon Team giunto al traguardo sotto lora (0:58:57), tirando una volata dir poco avvincente. Alle sue spalle Luca Filipponi (CS Carabinieri) in 0:59:28 e Giulio Pugliese (0:59: 40), compagno di Biraschi nel Torrino Triathlon Team.

Per le donne prima assoluta Beatrice Mallozzi, campionessa italiana in carica di Triathlon e Duathlon. L′atleta delle Fiamme Azzurre ha chiuso le tre frazioni in 1:03:38.  Sette secondi di vantaggio rispendo a Costanza Arpinelli (1:03:45) della Minerva Roma, la stessa società di appartenenza di Bianca Barbesino, terza con 1:06:25. 
Ottavo posto assoluto per Davide Salati, triathleta di Latina in forza alla Minerva Roma in 1:01:13.  
Il primo della Latina Triathlon è stato Fabio Parlapiano in 1:06:44. La prima donna Iron mum Silvia Merola alla finish line in 1:11:23 .

GLI ATLETI
Sono partiti in 312 dalla spiaggia antistante lHotel Tirreno. Hanno portato a termine la gara in 295. Tra chi ha dovuto fermarsi cè anche Massimiliano Rosolino. Il campione olimpionico di nuoto è caduto in bici procurandosi  escoriazioni ad entrambe le ginocchia. Ci ha riso sopra e prima di lasciare Latina ha detto: Si vede che non sono ancora un triathleta. Vuol dire che devo tornare da queste parti.
Il Latina Lido Triathlon Sprint si è confermato un evento internazionale. Non solo società laziali (premiata l Asd 3.4 Fun come la più numerosa), ma tante provenienti da altre regioni italiane, da Nord a Sud della Penisola. E come già accaduto lo scorso hanno, si sono visti triathleti e triathlete da oltre confine: Giappone, Malta, Svizzera, Inghilterra, Brasile ect.  A proposito di Brasile, Mario Dos Santos Galvao della Due Ponti, ha ricevuto il premio fair play dal Panathlon Club di Latina, che ha patrocinato levento insieme al Comune di Latina. 

A presenziare le premiazioni il sindaco di Latina Damiano Coletta, l′assessore Cristina Leggio e il responsabile provinciale Opes Daniele Valerio. 
Dopo la frazione di nuoto, è partita sulla spiaggia la walkzone, un allenamento energico in cuffia organizzato dal Maione Store, un modo simpatico e salutare per prendersi la tintarella. 





  Dal quartiere Q4 al Fogliano, pedalata solidale in favore della Diaphorà

Il 26 maggio a Latina trenta chilometri di pedalate senza assillo del cronometro e paura di dover tornare indietro una volta giunti al giro di boa, perché mal che vada c’è il bus navetta per il ritorno a

  Agli atleti della D+Trail la 43 km in montagna a Bassiano. SGS Ultravisa, in vetta Nasso e Aghiana

Trecento scalatori intrepidi della montagna per vivere tutti insieme una lunga giornata di sole sul Monte Semprevisa, tra boschi, sentieri, mulattiere, versali e crinali fino alla vetta a 1536 metri sul livello del

  La conferenza stampa del presidente Gianluca La Starza, il ds Francesco D’Ario e il dg Luca Corbucci

  IL 20 MAGGIO L′ SGT ULTRAVISA

La gara
Gli amanti dello sport in connubio con la natura saranno appagati

  Mister Cedrone saluta la Sandonatese. “Si chiude un ciclo di vita, si guarda avanti”

Si avvicina a grandi passi l’ultima giornata del girone M di seconda categoria, e con essa la conclusione del rapporto tra Stefano Cedrone e la Sandonatese. La partita in programma sul campo della Virtus Lenola sarà l’ultima del tecnico di origine romana sulla panchina biancorossa, dopo un ciclo esaltante e

2 milioni di visitatori - Grazie da SportGaetano.it