L′IronMan Erasmo Marciano s′impone in quel di Venezia..

L′Ironman Erasmo Marciano aveva bene in mente l′obiettivo ed ha realizzato il suo sogno: vincere la sfida personale ed imporsi in quel di Venezia al termine di una giornata massacrante sotto un caldo incessante,una frazione in acqua controcorrente ed una vera e§ propria guerra in bici.

Nella frazione di nuoto si mette in evidenza insieme alla categoria PRO (elite degli ironman) uscendo dall’acqua nei primi 40 e a pochi secondi dal primo, nonostante fosse molto complicata in quanto nuotare per 3.8km contro corrente é da veri ironmen.

Per quanto riguarda la frazione in bici sui 180km é stata gestita come da tabella mentre nella frazione di RUN 42,2km é incappato in un errore, sbagliando strada, in quanto il percorso é stato mal segnalato dai responsabili di gara, facendo perdere posizioni ed oltre 30′ ma il buon Erasmo nostro Marciano non molla mai e completa 3.8km di nuoto 180km di bike 42.km (quasi 47) di run in poco piú di 12 ore ma nei primi 120 al Challenge a Venezia.

Un ringraziamento speciale per la sua preparatrice atletica Luana Morzani di spicco nazionale che lo ha seguito solamente da Aprile ed è riuscita ad ottenere il massimo, l’uscita dall’acqua con i PRO ed il successo della gara é dovuto alla professionalitá della coach di Erasmo Marciano.

Laura Morzani nel post gara: "Mi hai aiutato a fare bene il mio lavoro perchè sei l’atleta che vorrebbero tutti gli allenatori. Hai aperto i miei occhi nelle situazioni piu difficili.”

Mentre per l′atleta Erasmo Marciano ai nostri microfoni dichiara:"Ci sono sfide che nascono per essere raccontate e condivise, ci sono gare difficili, dure da portare a termine ed il Challenge di Venezia è stato tutto questo. Abbiamo nuotato per 3.8 km di§ nuoto contro corrente tra alghe e fango ed un′acqua che ti faceva sudare nella muta, su bici che più che una gara crono da 180km è sembrata una guerra fatta di ripartenza tra vento e lo stare attenti alle mille rotaie nel percorso, per non parlare dei sassolini in curva,la maratona finale un massacro. Il 50% molla, gli addetti ai lavori per il caldo mollano,c′è chi come me che sbaglia strada e ricomincia per trovare le forze e va avanti, perché aveva promesso ai suoi figli una medaglia ed un bacio alla moglie all′arrivo. Dare soddisfazione al proprio coach Luana Morzani che passava le notti a rifare gli allenamenti, non potevo mollare anche perché avevo conosciuto Gabriele (spero che un giorno racconti la sua storia) che mi ha fatto volare in acqua,sono uscito nella frazione  di nuoto insieme agli atleti della categoria PRO forse non mi capiterà mai più un impresa del genere. Però a Venezia è successo, queste cose accadono solo nei sogni. Invito tutti voi a provare un′emozione unica, dove il sacrificio e gli impegni costanti di un anno si racchiudono in una giornata. Viva lo sport".

Questa è l′ennesima pagina di sport,di vita e di storia scritta dall′IronMan Marciano. 

A quando la prossima impresa?


  TORNA IL LATINA VERTICAL SPRINT

CIRCUITO MONDIALE

Domenica 13 gennaio 2019, start alle 10.30 della sesta edizione del Reale Mutua Latina Vertical Sprint. L’adrenalina della scalata sulle rampe dei grattacieli del mondo contagiò Latina.

  Sora Calcio,dopo 4 anni lascia Pagnani:"Non me l′aspettavo, accetto ma non condivido e quando sono arrivato a casa sono scoppiato a piangere. Ma non voglio fare polemiche, io amo il Sora e sarò sempre il primo tifoso!"

"L′ASD Sora Calcio comunica di aver interrotto il rapporto professionale con il giocatore Giuseppe Pagnani e allo stesso tempo lo ringrazia per il contributo dato in campo e nello spogliatoio in questi anni, augurandogli il meglio per

  Gagliardi elogia la squadra: "Gruppo unito e coeso. Sono state bravissime"

Vincere aiuta a vincere. La Giò Volley vuole chiudere il 2018 con un altro successo. Per farlo occorrerà una prestazione importante anche contro Arzano nel prossimo incontro in programma al PalaGiòvolley sabato 15 dicembre

  Arce - Sora: termina con un pareggio pirotecnico all′ultimo sospiro

Pareggio pirotecnico (2-2) tra Arce e Sora, nel match valevole per la quattordicesima giornata del girone B d’Eccellenza. Un pari che forse scontenta entrambe le squadre: il Sora, che perde il primato in classifica a favore del Tor Sapienza, che ora ha un punto di vantaggio, e l’Arce, che manca il sorpasso ai

  Formia, incubo e maledizione Aurora Vodice Sabaudia: prima vittoria in campionato per la squadra di Stanziale

L’illusione ospite con il solito timbro di Vincenzo Zaccaro – al 12° centro sui 25 di squadra -, poi il materializzarsi di un vero e proprio incubo, con l’infortunio del capitano biancazzurro, l’espulsione di Raspaolo e la rimonta dell’undici di casa, alla prima vittoria in campionato e seconda

2 milioni di visitatori - Grazie da SportGaetano.it