Accrachi spaventa il Sora! L’attaccante della Pro Roma: “Potevamo anche vincere, ora abbiamo acquisito più consapevolezza”

Un gol di testa alla sua maniera, un appoggio sul primo palo che è valso il raddoppio, due gol ma anche e soprattutto tanto movimento per quella che è stata una partita sontuosa e di alto livello: Mohamed "Momo” Accrachi, il 26enne centravanti di origine africana, ha provato a§ prendere a spallate il Sora, ma per il suo Pro Roma è arrivato un pareggio. Magari con un po’ di rammarico per esser stati in doppio vantaggio, ma comunque con  la soddisfazione di aver fermato la capolista e giocato senza timore alcuno.

Momo, la verità è che ad un certo punto della gara pensavate di poter vincere.

Quando vai sul 2-0 è normale che ci credi, soprattutto quando fai vedere di giocar bene e di meritare il vantaggio. Il rigore a loro favore, che non mi è sembrato così evidente, li ha rimessi in corsa ed alla fine sono riusciti a pareggiare.

Da parte vostra, una prestazione importante.

Ed è stata la partita che ha dimostrato come una squadra come la nostra sia in grado di giocarcela con tutti. Anche se in questo momento siamo all’ultimo posto non ci sentiamo inferiori a tante altre formazioni; quello che conta è trovare la giusta convinzione, senza pensare di affrontare chissà chi, ed allora potremo raccogliere altre soddisfazioni.

Un Sora meritevole del primo posto ?

Direi di sì, e con tutte le possibilità di arrivare in fondo a questo campionato. Tra di loro ci sono tanti giocatori importanti, compreso il mio amico Di Stefano, compagno ai tempi di Formia e che ho ritrovato con un attaccante davvero di valore. Ci sono sicuramente altri avversari in grado di competere per il primato, ma i bianconeri non sono in vetta certamente per caso.

Ti sei appena regalato la tua seconda doppietta in campionato, e la classifica dei marcatori dice che sei a quota sette: le tue prime dieci giornate sono state senza dubbio rilevanti.

Non posso che essere soddisfatto, perché per un attaccante far gol è la cosa principale. Adesso guardo a quota 10, senza presunzione ma stando sempre concentrato; io e tutta la squadra, dobbiamo stare sempre sul pezzo.

Pro Roma che sta per affrontare tre derbies tutti romani con Boreale, Grifone e Vigor Perconti.

Tre confronti che ritengo possiamo giocare senza paure, dobbiamo soltanto acquisire maggior consapevolezza dei nostri mezzi, anche se abbiamo un gruppo con diversi giovani. Cerchiamo continuità, è quella che ci serve per recuperare posizioni in graduatoria. Basta vedere l’ Itri, che con sei punti in due partite ha preso il largo. Adesso siamo in fondo, ma vogliamo e possiamo risalire.


Per sportgaetano,Paolo Russo 




  SFIDA DA BRIVIDI A TORRE ANNUNZIATA: LA GIO′ VOLLEY NELLA TANA DELLA SECONDA IN CLASSIFICA

La Giò Volley  vuole chiudere i conti e blindare il primo posto in classifica. Domani alle ore 18:30 al PalaPittoni di Torre Annunziata andrà in scena il big match della ventunesima giornata del girone D.

  Scocca l’ora della Boxe Night, tornano i pro!

Si stanno per accendere le luci della Boxe Night. Si allestisce l’arena del Palaboxe per festeggiare il primato regionale e la ribalta nazionale della Boxe Latina attestati dalla Classifica di Merito 2018 FPI

  Giustizia Sportiva: Paliano senza i suoi bomber per due turni, tante multe,e non solo, in Eccellenza ed una maxi squalifica fino al 30 Giugno per...

Con il Comunicato Ufficiale N° 351 del 20/03/2019 dell′attività di Lega Nazionale Dilettanti, il Giudice Sportivo,Ernesto Milia, assistito dal rappresentante dell’A.I.A., Romano Caltagirone nella seduta del 19.03.2019, ha adottato le decisioni che di seguito integralmente si

  Pomezia, Di Ventura a testa alta: “Ci aspettano sette guerre. I gufi? Ride bene chi ride ultimo…”

Due passi avanti, uno indietro. Il problema di fondo del Pomezia 2018/19 sembra purtroppo risiedere nella radicata difficoltà nel trovare quella continuità di risultato che proietterebbe la squadra di patron Alessio Bizzaglia verso

  Eccellenza, Pro Calcio Tor Sapienza, Pomezia e Arce "impantanate"; Audace, Ausonia, Sora e Itri "non smettete di sognare"

Il verdetto emesso dalla 27° giornata è questo: incertezza allo stato puro, con 6 squadre racchiuse in 4 punti nella parte alta della classifica. La vetta resta alla Pro Calcio, avvicinata da Audace, Ausonia e Sora, mentre il Pomezia fallisce l′occasione per ridurre il distacco ad 1 sola lunghezza. Nel gruppo incluso anche

2 milioni di visitatori - Grazie da SportGaetano.it