L’oro della Boxe Latina: primi nel Lazio, tra i primi in Italia

La migliore società nel Lazio e 11a assoluta tra le 1000 società italiane. Il 2018 rimarrà un anno indelebile nella storia dell’Asd Boxe Latina 1956, come lo sono stati tanti altri in passato.§ E’ arrivata l’ufficialità della Classifica Generale di Merito del 2018 stilata dalla Federazione Pugilistica Italiana, che aveva confermato il primato regionale, prima di pubblicare la graduatoria nazionale.

Nei primi mesi di ogni anno la FPI valuta il merito nell’anno precedente delle società affiliate in Italia, secondo parametri quali l’organizzazione e la partecipazione a riunioni (AOB) riconosciute dall’International Boxing Association; organizzazione e partecipazioni ai Criterium Giovanili; attività di pugilato amatoriale.

Ogni singola voce risponde ai titoli conquistati e ai numeri importanti della Boxe Latina, che nel 2018 ha toccato quasi 400 tesserati.

Per ogni parametro viene assegnato un punteggio e la somma complessiva dice che l’Asd Boxe Latina, matricola federale numero 206, ha totalizzato 2153 punti. Uno score che per soli 20 punti non ha consentito di entrare a fare parte del top ten delle 1000 società italiana, ma di staccare di gran lunga tutte le circa 200 società laziali.

Numeri che vengono meglio riassunti nell’organizzazione di 8 riunioni di cui una professionistica e tre criterium giovanili. La partecipazione a 10 riunioni ordinarie e sette tornei, 4 criterium e una competizione giovanile nazionale. In totale 94 incontri.

Tra le 12 medaglie spiccano l’oro ai Campionati Italiani Schoolboys di Mattia Spinelli e al Trofeo Mura di Loris Manolito Leone. Per i piccoli risalta la partecipazione alla Coppa Italia Giovanile in provincia di Catanzaro di Aurora Turrin e Riccardo Papa.

Il presidente della Boxe Latina Mirco Turrin ha affidato alla pagina facebook della storica società pontina la soddisfazione e l’emozione per un simile traguardo: "Siamo veramente orgogliosi. Batte forte il cuore in questa grande storia di uomini, donne, palestra e soprattutto lui... Il ring. Boxe Latina, da oltre 60 anni amore per il pugilato”. Poi altre considerazioni: "Un grazie di cuore a tutti quanti ogni giorno vivono la Boxe Latina, come collaboratori o tesserati, sentendosi parte della nostra famiglia”.

 

LA BOXE NIGHT

Archiviate le vittorie nel Torneo Regionale Esordienti per lo Schoolboy Luigi Fè e lo Youth italo moldavo Laurentium Avsin Payzin, entrambi della categoria al limite del 56 kg, la Boxe Latina è impegnata nell’organizzazione della serata del prossimo 23 marzo. Sarà il sabato della Boxe Night, con il ritorno del pugilato professionistico al PalaBoxe "Città di Latina” in via Aspromonte.

In cartellone due match pro, preceduti da un ricco programma di incontri dilettanti, che come al solito metteranno in evidenza le eccellenze del ring, del territorio e non solo. Vetrina per i pugili della Boxe Latina, con i tecnici Domenico e Rocco Prezioso all’angolo.

Una riunione mista, targata FPI, nata dalla collaborazione tra la Boxe Latina a la 3Gloves Promotion del team Carpinelli. Start alle 19, con i dilettanti. Nei professionisti confronto Italia vs Georgia.

Incontri di 6 riprese da 3 minuti. I primi a salire sul ring sono i pesi leggeri: Andrea Contu, della Phoenix Gym di Pomezia e Tornike Gikashvili. All’angolo di Contu il tecnico Simone D’Alessandri

A seguire i supermedi: Giuliano Natalizi, de Il Gladiatore - Boxe Academy di Acilia, e Ilia Beruashvili. All’angolo di Natalizi il tecnico Stefano Vagni. Si tratta entrambi di avversari dell’ex Unione Sovietica di una certa esperienza, che sapranno ben collaudare le velleità di Contu e Natalizi. Un match di rientro per Giuliano, fratello del più famoso "Terminator” Mirco Natalizi, quello delle vittorie a ripetizione per ko con l’Italia Thunder nelle World Series Boxing e nei professionisti.

 

 

 




  Pomezia, Di Ventura a testa alta: “Ci aspettano sette guerre. I gufi? Ride bene chi ride ultimo…”

Due passi avanti, uno indietro. Il problema di fondo del Pomezia 2018/19 sembra purtroppo risiedere nella radicata difficoltà nel trovare quella continuità di risultato che proietterebbe la squadra di patron Alessio Bizzaglia verso

  Eccellenza, Pro Calcio Tor Sapienza, Pomezia e Arce "impantanate"; Audace, Ausonia, Sora e Itri "non smettete di sognare"

Il verdetto emesso dalla 27° giornata è questo: incertezza allo stato puro, con 6 squadre racchiuse in 4 punti nella parte alta della classifica. La vetta resta alla Pro Calcio, avvicinata da Audace, Ausonia e Sora, mentre il Pomezia fallisce l′occasione per ridurre il distacco ad 1 sola lunghezza. Nel gruppo incluso anche

  Il Lavinio Campoverde fa sudare 7 camice alla Pro Calcio Tor Sapienza. Ritorno di "fuoco" per Antonelli

Eccellenza, 27^ giornata: Lavinio Campoverde – PC Tor Sapienza 1 – 1

Lavinio Campoverde (4-3-3): Scarsella; Aquilani, Capolei, L. Trippa, Martinelli; Vitolo (16’st Grillo), R. Trippa (16’st Salvini), Giannone; Battistini, Regolanti (39’st Zimbardi), Fischetti (42’st Siscan. A disp. : Pasquino, Fratticci, Sandi, Giurelli, Torcolacci. All. : Antonelli.

  Reazione di carattere del Formia: Pontinia tramortito. Doppio Zaccaro e Raspaolo ribaltano Vezzoli

Un secondo tempo spettacolare permette alla formazione di Pernarella di ribaltare lo 0-1 dei primi 45′ e centrare la vittoria nello scontro diretto valido per il 3° posto. I granata vanno in vantaggio con Vezzoli, ma vengono ripresi e superati dalla doppietta di Zaccaro e dalla marcatura finale di Raspaolo, che riapre

   La Giò Volley riparte dopo lo stop di Cerignola: Assitec Sant′Elia sconfitta 3-0

La Giò Volley si lascia alle spalle la sconfitta di Cerignola e torna gioire tra le mura amiche del PalaGiòVolley. Il netto 3-0 inflitto all’Assitec Sant’Elia, reduce da tre vittorie consecutive prima di presentarsi ad Aprilia

2 milioni di visitatori - Grazie da SportGaetano.it